Browse Items (14 total)

  • Collection: Dietro il paesaggio

VG_A_2015_0008.MP3
Viandanti parlano del tricottero, un insetto con particolari caratteristiche che possono essere utilizzate per realizzare dei gioielli "bestiali".

VG_A_2015_0006.MP3
Dopo una cena a base di gnocchi presso il ristorante I tre garofani di Posina, Stefania Cadorin ci introduce e ci guida alla scoperta delle danze popolari vicentine. Tutto il gruppo di Vaghe stelle, scarponi ai piedi (non avevamo avuto il tempo e il…

VG_A_2015_0011.wav
Valentina Anzoise dichiara di voler intraprendere un'etnografia del trekking di Vaghe stelle finché il peto di un'asina interrompe (o meglio integra) la conversazione nomade.

VG_A_2015_0013.wav
E' il 1 giugno 2015, abbiamo lasciato da poco Laghi: nonostante l'estate sia alle porte, piove a dirotto. Il saggio Toni racconta che la pioggia accompagna i cammini di Vaghe Stelle fin dalla prima edizione. Tra il crepitio delle foglie bagnate e il…

VG_A_2015_0012.wav
Stiamo muovendo i primi passi del cammino di ricerca "Dietro il paesaggo" del 2015, da Valli del Pasubio a Zugliano. Con un leggero fiatone per la strada che sale verso il passo Xomo, con l'euforia degli inizi e il metronomo dei passi ad ispirare e…

VG_A_2015_0010.wav
Proseguendo all’interno di una faggeta matura abbiamo poi raggiunto la località Casoni Viosa dove ci è apparso, in mezzo ad una fitta nebbia, un vecchio che sistemava il suo pezzo di bosco. Ci ha raccontato di aver lasciato a casa la moglie e la…

VG_F_2015_0008.JPG
La giornata di cammino ci porta a zonzo tra le contrade di Valli del Pasubio, in un territorio segnato dalla presenza di numerosi corsi d'acqua e dalla maestosità del massiccio del Pasubio e del gruppo del Sengio Alto. Contrà Ceolati ha un…

VG_F_2015_0001.JPG
Ammiriamo lungo il cammino la salamandra, che Meneghello chiama "Siora Mandola". Si tratta di un rettile bellissimo, molto riservato e poco pericoloso per l'uomo. Attenzione però a non disturbarla e toccarla!

VG_F_2015_0009.JPG
E' il primo maggio e dopo le emozioni della "Notte del Lavoro Narrato", ci addentriamo nel bosco che lambisce Laghi, immersi nella nebbia.

VG_F_2016_0006.JPG
Attraversare il territorio è incontrare i residenti che lo abitano, e condividere un sorriso e un bicchiere di vino, come canta Neruda nella sua Ode: "Vino color del giorno,/ vino color della notte,/vino con piedi di porpora/ o sangue di…
Output Formats

atom, dcmes-xml, json, omeka-xml, rss2